GUIDA PRATICA PER TRASFERIRSI ALLE AZZORRE

Sempre più spesso si legge di persone che decidono di trasferirsi in Portogallo. I motivi sono da ricercarsi nel costo della vita più basso, le tasse meno esose, il clima favorevole.

Molti non sanno però che oltre all’Algarve e a Madeira, una ottima possibile destinazione per trasferirsi in Portogallo sono proprio le Azzorre.

Le Azzorre sono una regione autonoma del Portogallo, quindi a tutti gli effetti territorio dell’Unione Europea, di conseguenza visti gli accordi di Schengen,  è permessa la libera circolazione senza particolari vincoli di tutti i cittadini dell’unione.

TRASFERIRSI IN PORTOGALLO: LE AZZORRE

Le Azzorre sono un archipelago poco conosciuto, sopratutto da noi Italiani. Non è quindi semplice trovare informazioni nella nostra lingua riguardo a come trasferirsi e vivere qui. Dopo alcune ricerche abbiamo trovato però vari siti governativi come Invest in Azores  e sopratutto il sito ufficiale dell’immigrazione portoghese, che dettagliano quali sono i passaggi da effettuare per trasferirsi stabilmente.

OTTENERE LA RESIDENZA

Come cittadini europei se desideriamo fermarci alle isole Azzorre per più di tre mesi, quello che dobbiamo fare è richiedere un Certificado de Registo presso il municipio (Câmara Municipal) della città in cui intendiamo risiedere. Per ottenerlo occorre un passaporto o carta d’identità valida e la dichiarazione (eseguita sotto giuramento) che abbiamo un lavoro alle Azzorre o che siamo lavoratori autonomi. Questo permesso ha validità 1 anno, poi può essere rinnovato per due volte, e ogni rinnovo ha una validità di 2 anni. Arrivati a 5 anni di residenza possiamo richiedere la trasformazione del nostro visto in permanente (Certificado de Residência Permanente), che da diritto alla residenza a tempo indeterminato in Portogallo, per noi e per tutta la nostra famiglia.

Questo documento deve essere richiesto presso il Serviço de Estrangeiros e Fronteiras (SEF)ed in particolare presso alla sede dell’ufficio regionale del luogo dove vogliamo andare a vivere.

REGIME FISCALE

Vantaggi competitivi per chi decide di trasferirsi in Portogallo:
  • La tassazione IRS (IRPEF) con aliquota fissa del 20% sul reddito prodotto in Portogallo per un periodo di 10 anni
  • L’assenza di doppia imposizione per le pensioni e per il lavoro dipendente e indipendente realizzati all’estero

Come si può ottenere lo status di Residente non Abituale?

  • Non avere vissuto in Portogallo negli ultimi 5 anni;
  • Essere registrati come residente fiscale in Portogallo, risiedere in Portogallo più di 183 giorni consecutivi o non consecutivi, o nel caso di un numero inferiore di giorni si deve, entro il 31 dicembre dell’anno in corso,  dimostrare di avere un’abitazione in condizioni che facciano supporre l’intenzione di risiederci come residente abituale.
  • Richiedere l’attribuzione dello Status di Residente non Abituale congiuntamente al momento in cui ci si iscrive come residenti in Portogallo, o entro il 31 marzo successivo.

Ottenuto lo Status di Residente non Abituale, in quali casi si applica l’esenzione dalla tassazione sui redditi provenienti dall’estero ai Residenti non Abituali in Portogallo?

  • Nel caso dei pensionati i quali riceveranno in Portogallo la loro pensione lorda e saranno esenti dal pagare le tasse per un tempo di 10 anni a partire dalla data in cui otterranno lo Status di Residenti non Abituali.

COSTO DELLA VITA E SERVIZI

In generale si può dire che conducendo una vita senza troppi sprechi servono circa 500 euro al mese per le spese di una famiglia media di quattro componenti, visto che le tasse sono molto basse e, per via del clima mite, non è necessario il riscaldamento (molti hanno piccole stufe a pallet per i giorni più freschi). A questo va aggiunto l’eventuale affitto di un appartamento, che mediamente possiamo considerare attorno ai 400 euro al mese. Per chi è residente la sanità è gratuita, ma non di elevato livello. Anche se il Governo delle Azzorre tende a sottolineare l’efficienza dei propri ospedali, da esperienze dirette è evidente che i servizi non sono allineati agli standard europei.

Se s’intende aprire un’attività propria alle Azzorre, per i primi 10 anni esiste una tassazione agevolata per coloro che risiedono alle Azzorre per almeno 183 giorni (anche non consecutivi) l’anno. Si paga un fisso del 16% (IRS) più un 3,5% sul reddito, ma l’attività che vogliamo svolgere deve rientrare in una delle seguenti categorie:

  • Architetto
  • Ingegnere
  • Attore
  • Musicista
  • Dottore (compreso il dentista)
  • Insegnante di diversa natura
  • Tecnico specializzato
  • Manager (considerato di livello senior)
  • Investitore professionista
  • Amministratori e manager generici (solo se facenti parte di aziende che rientrano nel regime fiscale chiamato “Código Fiscal do Investimento”)

ACQUISTARE UNA CASA ALLE ISOLE AZZORRE

Per l’acquisto di una casa alle Azzorre non ci sono vincoli particolari e l’iter è lo stesso attualmente valido per tutto il Portogallo: si stipula un contratto preliminare definito “Promesso de compra e venda” con un deposito equivalente al 10% del prezzo di vendita. A questo punto ci si reca da un notaio per concludere la compravendita, muniti di tutti i documenti necessari, che controlla la reale appartenenza dell’immobile, le eventuali pendenze insolute e rende effettivo l’acquisto.

Bisogna fare molta attenzione perché solitamente non vengono eseguite indagini strutturali, cioè relative allo stato di conservazione dell’immobile, quindi questo va esaminato con grande cura prima della compravendita. Oltre alle spese notarili si deve pagare una tassa di proprietà di circa l’8% del valore dell’immobile, tassa che però non può superare i 620.000 euro (circa).

 

arcipelago

I prezzi delle case alle Isole Azzorre sono recentemente cresciuti, questo perché c’è una sempre maggiore domanda da parte di inglesi e tedeschi. Attualmente si più dire che con cifre leggermente superiori ai 100.000 euro si può acquistare un appartamento con una sola stanza, con 150.000 si accede ad appartamenti con due o tre stanze, mentre per acquistare una casa singola si parte da circa 200.000 euro. Nella capitale o all’interno delle città più grandi i prezzi sono ancora più elevati. Particolarmente interessante la possibilità di acquistare abitazioni completamente da ristrutturare o veri e propri ruderi per prezzi che partono dai 30.000 euro.

Azores PropertiesPer chi fosse seriamente interessato ad acquistare un immobile o un terreno alle Azzorre, ci sentiamo di consigliare vivamente questa agenzia. Curiamo personalmente il loro sito web e siamo amici del suo proprietario, Laurentius Metaal. Lui è un olandese che si è trasferito qui da due anni ed ha rapidamente conquistato il mercato immobiliare grazie alle sue capacità imprenditoriali. Possiamo fare da intermediari e darvi una mano a scegliere tra le molte proposte di appartamenti, case singole, terreni a Faial, Pico, e Santa Maria. Contattateci per informazioni approfondite!